Wade Phillips al capolinea

Le prime voci si erano diffuse subito dopo la fine della regular season, ed oggi stanno arrivando le prime conferme, anche se manca ancora l’ufficialità.
Alcune fonti interne ai Los Angeles Rams avrebbero confermato che il contratto del defensive coordinator Wade Phillips, che scadrà al termine della stagione in corso, non verrà rinnovato.
Phillips, reduce da una serie di stagioni positive a Denver, era stato assunto assieme a Sean McVay nel 2017, ma mentre il contratto dell’head coach era stato rinnovato ad inizio stagione, per il defensive coordinator nulla si era mosso.

Le motivazioni sembrano essere un misto tra la soddisfazione relative del lavoro fin qui svolto ed il naturale esaurirsi del suo compito iniziale, che era anche (se non soprattutto) fungere da chioccia per McVay ed introdurlo nel suo ruolo di capo allenatore più giovane della storia.

La seconda parte del suo lavoro l’ha svolta in maniera egregia. Ora McVay è un head coach che può camminare (e correre) con le sue gambe dopo tre anni di “apprendistato” nei quali ha raggiunto un Super Bowl. Diversa, invece, la situazione dal punto di vista tecnico.

La grande rivoluzione portata da Phillips è stata il passare da una tradizionale 4-3 ad una 3-4, con Aaron Donald spostato in un ruolo ibrido di Nose/Defensive Tackle che comunque non gli ha impedito di vincere due titoli di miglior difensore della lega. Oltretutto, Phillips ha portato con sè una difesa molto old-style, concentrata sulla forza e sulla potenza, che ha sfidato gli avversari sull’aggressività e sul “braccio di ferro”. McVay, innovatore a 360 gradi, in questi tre anni ha elaborato un’idea di difesa differente e più moderna, basata sul mascheramento di blitz e coperture, non disposta a subire l’attacco avversario cercando le contromisure, ma predisposta per metterlo in difficoltà fin dalle letture pre-snap.

Nei prossimi giorni, dunque, quando verrà data l’ufficialità del mancata riconferma, Wade Phillips sonderà il mercato per trovare un nuovo ingaggio, dal momento che in questi giorni ha comunque dichiarato che, indipendentemente da quello che sarebbe successo con il suo contratto a Los Angeles, avrebbe ancora voluto allenare. Contemporaneamente, McVay e Snead si metterano alla ricerca di un sostituto dalle chiare caratteristiche: giovane ed innovativo.

Il candidato favorito, però, sembra arrivare dall’interno. Molte voci vogliono infatti promosso a Defensive Coordinator Joe Barry, l’attuale allenatore dei linebacker ed assistente dell’head coach, che però è in lizza per la stessa posizione anche con USC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *