Via anche Peete e Fassel

Dopo la notizia del mancato rinnovo di contratto al defensive coordinator Wade Phillips, continuano i radicali cambiamenti nel coaching staff dei Rams. Nella giornata di ieri è stato anunciato il licenziamento di Skip Peete, coach dei running back, mentre un altro coach con il contratto in scadenza pare si sia accordato con un’altra squadra, evidentemente perchè non c’era la volontà, da parte dei Rams, di rinnovare l’accordo.

Si tratta di John Fassel, il coach degli special team molto amato tra i giocatori, ultimo anello di congiunzione con la precedente gestione Fisher, in quanto proprio Fassel venne nominato head coach ad interim al termine della stagione 2016 quando Fisher venne finalmente licenziato dopo l’ennesima stagione mediocre.

Per quanto riguarda Peete, forse paga il rendimento sotto par del reparto running back, che ha subito più del dovuto l’impiego part time di Todd Gurley. Nei piani di McVay la rotazione dei running back avrebbe dovuto garantire, se non le medesime prestazioni, almeno dei numeri decenti da parte di Brown ed Henderson ma, vuoi per infortuni, vuoi per la linea d’attacco con mille problemi, vuoi per altre cento cause diverse, il gioco di corsa dei Rams edizione 2019 è stato probabilmente il vero punto debole dell’attacco.

Il licenziamento di Peete, tra l’altro, apre a scenari da fantafootball, poichè il più grande sponsor per l’assunzione di Peete nel 2017 fu proprio Todd Gurley, e qualcuno ha voluto leggere in questo licenziamento una possibilità che Gurley stesso possa prendere altre strade in una mossa che libererebbe un po’ di cap per i Rams, indebolendo ovviamente inmaniera ulteriore il reparto corse. Dietrologie spinte? Vedremo.

Un po’ più sorprendete è la decisione di rinunciare a Fassell, che sembrerebbe in procinto di firmare per i Dallas Cowboys che, con il nuovo Head Coach McCarthy, stanno mettendo assieme un bello staff.

La stagione 2019 non è stata positiva per gli special teams dei Rams, ma arrivare da due stagioni immense come la 2017 e 2018 significava partire da un livello di aspettativa molto alto, per cui quello che viene classificato come mezzo disastro, per altre squadre dove davvero gli special team hanno fatto disastri significherebbe un netto miglioramento.

Che i rapporti tra McVay e Fassell si fossero incrinati lo si era visto in diverse occasioni, non ultima quella finta di punt giocata sulle proprie 30 probabilmente (vista la reazione) all’insaputa di McVay contro i Niners all’ultima giornata.

E’ un vero peccato che Fassell lasci i Rams, ma confidiamo in un rimpiazzo almeno dello stesso livello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *