Isaac Bruce nella Hall of Fame

Dopo diversi tentativi andati a vuoto, a volte anche in favore di giocatori che non erano propriamente più meritevoli di Ike, Isaac Bruce è finalmente stato prescelto per far parte della classe 2020 per la Hall of Fame. Bruce riceverà la Golden Jacket nella cerimonia che si terrà a Canton il prossimo 9 Agosto.
Isaac Bruce è il quarto membro del “Greatest Show on Turf” dopo Kurt Warner, Marshall Faulk e Orlando Pace, a guadagnarsi il massimo riconoscimento per un giocatore NFL, ed ora non resta che attendere che venga il momento anche di Torry Holt, quest’anno finalista per la prima volta ma non selezionato, sperando che debba attendere meno di Isaac Bruce.

Bruce, una quarta scelta dei Los Angeles Rams al draft 1994, fece una stagione stratosferica nel 1995, l’anno del trasferimento a St.Louis, quando riuscì a mettere insieme 119 ricezioni per 1781 yard e 13 TDs, tutti record di carriera per lui. TUtto questo nonostante a lanciargli il pallone ci fissero un Chris Miller che collezionava più concussion che completi ed un Mark Rypien decisamente in parabola discendente dopo i fasti di Washington. Nonostante tutto, quell’anno Bruce non venne convocato per il Pro Bowl.

Personaggio schivo, mai sopra le righe anche in campo (forse anche per questo non è mai stato considerato più di tanto dai media), Bruce è stato una colonna per i Rams per 14 anni, fino a quando venne fatto fuori in maniera davvero vergognosa al termine della stagione 2007. Nonostante fosse comunque risultato il secondo ricevitore del team dietro a Torry Holt, il management ed il coaching staff decisero di non rinnovargli il contratto, senza nemmeno fargli un’offerta anche minima per chiudere la carriera a St.Louis.

Bruce andò dagli arcirivali di San Francisco mugugnando notevolmente, e nei due anni con i 49ers riuscì ancora a dire la sua, segnando anche il touchdown che diede inizio alla rimonta dei Niners che vinsero 17-16 la penultima partita della stagione.

Nei nostri occhi resterà per sempre il touchdown da 73 yard segnato ad 1 minuto e 54 secondi dalla fine del Super Bowl XXXIV, nella prima azione offensive dopo che i Titans avevano impatatto la partita sul 16 pari. Qui di seguito trovate le statistiche di carriera di Bruce (grazie a Pro Football Reference= e, subito dopo, il video di quel magnifico touchdown.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *