Seattle di corsa

Terza giornata di campionato e terza sconfitta consecutiva per i Rams, e la cosa peggiore è che non si vede la luce in fondo al tunnel. La solita patetica prestazione difensiva ha permesso ai Sehawks di vincere la partita 37-13 guadagnando le oramai canoniche 400+ yards, di cui la metà su corsa, con il duo Jones/Duckett capace di accumulare 216 yards su terra. Con i corridoi che si aprivano nella inesistente linea di difesa, Holmgren non ha avuto nemmeno tanto bisogno di mettere la palla per aria, vista anche la situazione infortuni del suo parco ricevitori. Ciò non ha impedito comunque alla secondaria di presentare il solito campionario di assegnamenti sbagliati e coperture ridicole permettendo a tale Bumpus di segnare anche un TD.

In attacco un Bulger inesistente per i primi tre quarti sembrava il backup dei Dillon Panthers in Friday Night Lights anzichè un quarterback NFL. Lanci troppo corti o troppo lunghi, se non addirittura con il ricevitore più vicino a più di dieci yards. Sarà anche come dice Holt che la linea d’attacco deve dare più tranquillità al QB e giocare meglio, ma ieri l’offensive line è stata di gran lunga il miglior reparto della squadra, eppure Bulger ha fatto pena ugualmente.
Buone notizie per Dane Looker, che incassa un bel TD pass, il primo dal 2003, maper il resto è notte fonda. Holt sempre raddoppiato è in grosse difficoltà, Jackson ha ripreso a ballare il tip tap dietro ai blocchi, perdendo il tempo sui buchi, il Tight End è nuovamente scomparso dal playbook blu oro, dopo che nelle prime due giornate era stato l’unica soluzione che aveva portato ad un qualche guadagno su passaggio.
In settimana Chip Rosenbloom ha promesso cambiamenti nel caso in cui la squadra non mostrasse miglioramenti o cambiamenti di rotta, ed ora tutti attendono la conferenza stampa di stasera o domani al più tardi, per vedere se il proprietario prenderà qualche decisione subito o darà ancora una chance a Linehan e soci.
Intanto ho già fatto due buchi per gli occhi nel sacchetto per il pane…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *